Organizziamo eventi privati ed aziendali

Organizziamo banchetti per festeggiare i momenti importanti della vostra vita: battesimi e compleanni, comunioni e cresime, matrimoni e feste di laurea. Ogni occasione può diventare speciale, soprattutto se il contesto è quello di una vera e propria oasi immersa nel verde della Lomellina. Coccolati dalla cucina del nostro chef Alessandro Cerutti, potrete richiedere un menu su misura per completare la vostra esperienza e quella dei vostri cari, rendendo il tutto perfetto. Finger food, sfiziosità adatte a ogni palato, ottimi vini nazionali e raffinati dolci, preparati con la passione e l’esperienza che contraddistinguono la nostra cucina. Tra antichi castelli, mulini e infinite distese di risaie, il nostro staff farà in modo di soddisfare ogni vostra esigenza per farvi vivere momenti memorabili.

Il nostro locale, dotato di ampi spazi interni ed esterni, rappresenta un’ottima soluzione per meeting ed eventi aziendali, indispensabili nel creare coesione tra colleghi. Incontri al di fuori dell’ambiente lavorativo contribuiscono a incrementare la coesione e l’affiatamento del gruppo, portato a confrontare idee e opinioni in un luogo rilassante e in totale armonia con la natura. Ti offriamo un’ampia gamma di servizi: presentazione di nuovi prodotti, party aziendali, meeting con la forza vendita e incontri con la clientela, attività di team building e soprattutto convezioni create su misura per la vostra azienda.

IL LUOGO IDEALE PER IL TUO MATRIMONIO

Il Ristorante Acquamatta è il luogo ideale per un matrimonio romantico grazie alla sua location suggestiva e unica, un’accoglienza eccellente ed un servizio impeccabile che soddisfa le più diverse esigenze.

Immersi fra le più importanti garzaie della Lombardia e con la presenza dell’antico mulino preesistente dal 1827, possiamo rendere unico e indimenticabile il “grande giorno“ che anticipa a una nuova vita in due… il tuo matrimonio!

Nulla verrà lasciato al caso, tutti i dettagli saranno il risultato di una giornata di felicità con la famiglia e gli amici, una giornata memorabile.

Vuoi organizzare un evento?

Evento di lavoro, Festa di compleanno, Battesimo, Comunione, Cresima, Matrimonio, etc... Contattaci subito

Luoghi di interesse

A pochi passi dal Ristorante Acquamatta


Casale Monferrato è una città ricca d’arte, storia, tradizioni e cultura, come dimostrano le dimore nobiliari, i palazzi storici, i monumenti, le chiese e i celebri castelli disseminati sulle colline monferrine.

Il centro storico, in particolare, rappresenta la migliore testimonianza dell’illustre passato di Casale, con il Castello, la Torre civica dell’XI secolo, il Duomo, uno dei più grandiosi esempi di architettura romanico-gotica del Piemonte, i palazzi di via Mameli, con l’elegante esempio di barocco casalese riconoscibile nel palazzo Treville, la Sinagoga nel caratteristico ghetto ebraico.

Il territorio del Casalese è costituito da un’area pianeggiante, dove è prevalentemente coltivato il riso e da una splendida zona collinare, produttrice di vini pregiati e rinomati, sede di grandi aziende vitivinicole e di iniziative agrituristiche innovative.

Il Casalese è anche una zona industriale di storica tradizione, che nella seconda metà del secolo scorso ha concorso a scrivere, in Piemonte e per il settore del cemento, significative pagine della stessa rivoluzione industriale italiana.

Lo sviluppo delle attività culturali, ricreative e sociali in città è stato favorito da importanti istituzioni quali una ricca biblioteca, il teatro, il museo e gipsoteca, un notevole archivio storico e moderni impianti sportivi.


Valenza è una cittadina piemontese, che si trova fra il Po e le colline del Monferrato che deve la sua notorietà al fatto di essere considerata una capitale internazionale della gioielleria, la maggioranza delle pietre preziose importate in Italia per produrre gioielli (stima oltre il 70%) giungono a Valenza; oltre il 65% della produzione è rivolta all’export verso oltre 150 Paesi del mondo, principalmente verso Stati Uniti, Giappone, Unione Europea, Medio Oriente.

Assieme a Valenza, molto interessante è Monte Valenza, un piccolo borgo molto accogliente, con poche case abitate ma con tanta storia. Il centro storico è la parte più interessante, che si trova alla sommità del monte, con tutte le villette più nuove che scendono verso la valle.

Una cosa che rende molto bella Valenza, un paese inserito fra colli e montagne, è un grande complesso termale molto esclusivo e particolarmente accogliente. Prima comunque di visitare questo centro termale, è consigliabile visitare il centro, scoprendo i tanti piccoli gioielli che Monte Valenza può offrire. Nel centro di questa cittadina, si trova la piccola chiesa di Sant’Eusebio, circondata da alberi nella piazzola, e decorata da belle fontane e da aiuole variopinte. La via principale è via Italia, ovvero la strada principale di questo borgo, dove si trova anche la bella chiesa del Convento, dominata da un bel campanile.

 


La Lomellina è un magnifico territorio pianeggiante situato nella Lombardia sud-occidentale, sul  confine con le province piemontesi di Alessandria, Novara e Vercelli. Le risaie e i campi di granturco occupano la stragrande maggioranza del territorio, scarsamente cementificato e attraversato da un apparato stradale modesto. Cascine antiche, castelli medievalipossenti torrioni, pievi, chiese e abbazie di epoche remote sono l’immortale traccia dell’insediamento umano attraverso i secoli. I tre grandi fiumi che ne segnano i confini (Po, Sesia e Ticino) insieme ad un’infinità di canali, corsi d’acqua, rogge, sorgive e torrenti alimentano una natura straordinariamente rigogliosa, con ampie fasce di bosco che costeggiano i corsi d’acqua principali.

Da visitare, il poderoso castello di Sartirana, magnifica opera difensiva dotata di un grande torrione realizzato su tre differenti volumetrie: poliedro, cilindro e parallelepipedo. Curiosità: l’architetto che progettò questo edificio, Bartolomeo Fioravanti, fu uno dei progettisti del Palazzo del Cremlino a Mosca e del Castello Sforzesco di Milano.

Nella cittadina medievale di Breme è visitabile la splendida abbazia, con la cripta sottostante.

A Lomello, antico centro caro ai re longobardi che da il nome a tutto il territorio, si trova la magnifica basilica  medievale di Santa Maria Maggiore, uno dei più importanti esempi di romanico lombardo. A poche decine di metri il castello di Lomello ospita oggi la sede del Comune.


Le Garzaie di Lomellina sono un’ampia zona risicola, nuclei residui di un’antica foresta planiziale che rappresentano piccoli polmoni naturali ricchi di biodiversità. Già a partire dagli anni ’80 la necessità di preservare queste zone boschive ha spinto le istituzioni a renderle zone protette in cui è possibile tornare indietro nel tempo, prima dell’avvento dei Romani e delle bonifiche, di ritrovare l’origine del territorio.

I sentieri recentemente ripristinati si snodano attraverso i vari habitat: i fitti canneti alternati ai nuclei di saliconi, le rogge alimentate dalle limpide acque di fontanile, i rigogliosi boschi di ontano nero. L’escursione offre la possibilità di soffermarsi a guardare da vicino gli aironi intenti nella nidificazione e nell’alimentazione dei pulcini.

Una visita guidata in garzaia si trasforma così in un’esperienza ricca di ecologia, storia del territorio, etologia e la strana sensazione di essere immersi in un luogo completamente estraneo al contesto, dove anche i suoni sono diversi, fatti da grida e versi di migliaia di aironi.


A Vigevano, la Piazza Ducale è il cuore rinascimentale della città e luogo d’incontro dei vigevanesi, un rettangolo dalle proporzioni armoniose; circondato su tre lati da bassi edifici uniformi, con portici ad arcate sorretti da colonne di granito, chiuso ad oriente dalla facciata concava, barocca, della cattedrale di Sant’Ambrogio.

Domina la piazza, l’imponente Torre del Castello , detta anche Torre del Bramante, realizzata a volumi sovrapposti con due ordini di merlature ghibelline. Il Castello di Vigevano si erge nel punto più alto della città; venne edificato da Luchino Visconti, signore di Milano, nella prima metà del Trecento. In epoca sforzesca, il castello venne ampliato e le sale furono affrescate; divenne una dimora sfarzosa, adatta ad ospitare la corte per lunghi soggiorni. Furono costruite le scuderie e la Loggia delle Dame , quest’ultima per la duchessa Beatrice d’Este, la giovane moglie di Ludovico il Moro, morta poco più che ventenne; furono eretti loggiati sulla Falconiera e sul ponte che la congiungeva al castello.

Il Duomo dedicato a Sant’Ambrogio, fu iniziato nel 1532 per volere di Francesco II Sforza, figlio di Ludovico il Moro, su disegno di Antonio da Lonate. L’attuale facciata barocca che ricopre la precedente, fu disegnata dal vescovo Juan de Caramuel Lobkovitz e venne realizzata intorno al 1680. La trasformazione attuata dal vescovo spagnolo comportò anche l’abbattimento della quattrocentesca rampa d’accesso al castello situata ai piedi della torre.


Pavia ha conservato del suo glorioso passato medieovale, quando fu uno dei centri più importanti dell’Italia settentrionale, numerosi monumenti. Delle splendide chiese la più importante è il Duomo con una delle cupole più grandi d’Italia e la Basilica di San Michele, capolavoro dello stile romanico lombardo.

La visita della città prosegue con il Castello visconteo, un edificio a pianta quadrata con quattro torri e un largo fossato, oggi sede dei musei civici con reperti dell’epoca romana e sculture di epoca longobarda e la pinacoteca. Famoso il ponte coperto, rifacimento di una struttura trecentesca distrutta durante la seconda guerra mondiale, che conduce al Borgo Ticino dove si trova la chiesa di Santa Maria in Betlem.

Tra Pavia e Milano, il monumentale complesso marmoreo del convento dei Certosini nasce nel Trecento per volontà di Gian Galeazzo Visconti. La Certosa di Pavia viene completata circa un secolo dopo con la costruzione della chiesa e resta un luogo dove regna l’atmosfera di raccoglimento e la preziosità dell’arte. Già all’ingresso la porta in marmo scolpito prepara il visitatore alla nobiltà con cui era stato concepito il sito, al cui interno si trova, infatti, il palazzo Ducale, in cui alloggiare gli ospiti di prestigio. Sempre in marmo la facciata della chiesa che spicca su un ampio cortile.

I Cookies ci permettono di migliorare la tua esperienza di navigazione. Utilizzando il sito, ne consenti l’utilizzo. Privacy Policy | Chiudi
  • Serata Degustazione: La verticale di Cavariola 23 NOVEMBRE. CLICCA QUI PER INFORMAZIONI.
toggle